Immagine
 Le foto... di Admin
BENVENUTO
Identità marchigiana, valorizzazione dell’entroterra e difesa dell’ambiente: sono queste le direttrici che i Gre delle Marche indicano come prioritarie per un lavoro che arresti la deriva della politica e delle istituzioni.
FORMAZIONE
I Gruppi di Ricerca Ecologica offrono formazione specializzata sia a distanza, sia in presenza di Tutor. Si raccolgono adesioni per la formazione di un Corpo di Guardie Volontarie ambientali.
RISORSE UTILI
In questa sezione ti suggeriamo alcuni links utili per completare le tue ricerche online sui temi che riguardano I Gre delle Marche
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 

San Benedetto – Il dubbio è che la "cassa di colmata" nata per accogliere i fanghi portuali di San Benedetto ma ora anche di Senigallia non dia sufficienti garanzie.

Un dubbio che si pone, tra gli altri, Nazzareno Torquati tra i fondatori del neonato comitato: ... se la cassa di colmata è sicura, se le tecniche con le quali è stata realizzata danno effettive garanzie che non ci saranno sversamenti in mare. Perché le analisi possono dire che il contenuto di metalli pesanti è nei limiti di legge, ma i limiti di legge nazionali sono di cento volte superiori a quanto stabilito dalla normativa europea. E' una vera discarica di rifiuti speciali. In più, la stessa Arpam ha dichiarato di non aver effettuato analisi batteriologiche”.

Nell'attesa di ulteriori notizie aspettiamo contributi utili a comprendere meglio la situazione.

I Gre delle Marche

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Un bando che utilizza il Fondo Europeo di Sviluppo (Fes) che metteva in palio cinque microcogeneratori, mini sistemi Chp, che adesso renderanno completamente autosufficienti altrettanti edifici pubblici  per quanto concerne l'approvigionamento di energia elettrica, nonché oltre la metà della necessaria energia termica.

 Le strutture designate sono quattro scuole ed il palazzetto dello sport e l'importo iniziale di 340mila € si è ridotto a soli ottantamila grazie all'accesso al Fes che eroga ben 260mila Euro di contributo a fondo perduto.

Giustamente soddisfato l'assessore alle Politiche energetiche del Comune, Pacifico Malavolta che ha evidenziati sia l'aspetto economico, sia quello ecologicamente rilevante.

Gli impianti appena acquisiti si aggiungono ai pannelli solari già installati che da almeno tre anni fanno di Monteprandone un comune speciale della regione Marche, come commentato dal giovane sindaco, Stefano Stracci : «Siamo diventati il Comune più fotovoltaico delle Marche, un primato che a oggi non ci risulta ancora essere stato battuto . Il nostro Comune vanta una produzione di energia elettrica da fotovoltaico, installato su suolo pubblico, superiore a qualsiasi altro ente marchigiano. Produciamo circa 450mila kW annui che vengono poi consegnati al gestore dei servizi elettrici. ... ... L'amministrazione comunale di Monteprandone ha in cantiere tante altre iniziative al fine di diventare quanto più autosufficiente dal punto di vista energetico. Tra questi ci sono progetti per la copertura di altre strutture pubbliche con pannelli fotovoltaici e idee per l'efficientamento energetico dell'impianto di pubblica illuminazione».

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 15:27:49, in le Cicogne le portano i bambini, linkato 1564 volte)

I Gruppi di Ricerca Ecologica offrono formazione specializzata sia a distanza, sia in presenza di Tutor. Si raccolgono adesioni per la formazione di un Corpo di Guardie Volontarie Ambientali.

per info: info@igredellemarche.org

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 14:39:56, in I Gre delle Marche, linkato 1072 volte)

La sezione è in allestimento

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:57:15, in le Cicogne le portano i bambini, linkato 988 volte)

Ci scusiamo per i disagi.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:55:53, in le DeCo Virtuose, linkato 1048 volte)

Ci scusiamo per i disagi


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:52:14, in la Città della Canapa, linkato 1337 volte)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Riceviamo e pubblichiamo dall'assessore alle Politiche del Mare di San Benedetto, Settimio Capriotti che rassicura e controbatte un articolo di stampa: «Il geotessuto si è solo spostato, e non rotto. Basta con queste esternazioni a ruota libera di sedicenti amanti dell'ambiente e insonni custodi della salute pubblica»

Con riferimento ad un articolo di stampa dal tono inutilmente allarmistico apparso oggi su un quotidiano e relativo ad una presunta rottura dei teli di protezione della vasca di colmata in corso di realizzazione a nord del bacino portuale, voglio spiegare ai cittadini, comprensibilmente disorientati dalle esternazioni a ruota libera di sedicenti amanti dell’ambiente, come sono andate le cose.

E’ accaduto che, durante la fase di conferimento del materiale di riempimento della cassa, si sia spostato, e non rotto, il geotessuto sovrastante il manto in caucciù che riveste il fondo della cassa stessa. Parte dunque del materiale conferito è finito sul rivestimento di caucciù ma non certo in mare. Si è dunque provveduto a riposizionare il tessuto sovrastante e i lavori sono proseguiti regolarmente.

Un risultato comunque, questi insonni custodi della salute pubblica l’hanno ottenuto: impegnare ben quatto uomini appartenenti alle sezioni di tutela ecologica dei Carabinieri che stamattina hanno effettuato un accurato sopralluogo. Ovviamente non è stato mosso alcun appunto alla regolarità del cantiere su cui, lo ricordo, sono impegnati a vigilare almeno quattro enti: Genio civile Opere Marittime, Arpam, Capitaneria di porto e, ovviamente, l’Amministrazione comunale.

 

(lettera estratta da SanBenedetto Oggi)

http://www.sambenedettoggi.it/2009/09/30/79864/%c2%abcassa-di-colmata-nessuna-rottura-del-telo%c2%bb/

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:47:34, in il Borgo della Canapa, linkato 1110 volte)

...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:47:05, in Biologia Marina, linkato 980 volte)

...a breve

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:44:28, in Cereali - Centro Ricerche Alimentari, linkato 957 volte)

Per le scuole i “Gre” propongono degli incontri formativi che intendono condurre i partecipanti a soffermarsi sulle scelte che compie quotidianianamente al fine di verificarne la corrispondenza ai corretti criteri di fruizione delle risorse del Pianeta.

Oltre a questo aspetto, molto importante, lo scopo è anche quello di mettere a nudo le facili seduzioni di cui spesso siamo vittime (inconsapevoli?) per riportare tutto ad una realtà che alcuni definiscono possibile cambiare, modificare ma che per noi è doveroso ripristinare.

Alcuni pensano sia sufficiente limitare i propri consumi energetici alla soglia del normale fabbisogno per dare un contributo all’ambiente, essere in armonia con la salute e con il prossimo.
Ovvio che non sia così, che non sia sufficiente ma è, ripetiamo, doveroso e quindi, va fatto.

E la scuola rappresenta il momento più propizio per imparare a modificare i contegni errati, ispirati da modelli falsi e fuorvianti e imparare a ridurre l'impatto delle nostre azioni sul Pianeta. Lo status di consumatori, che coinvolge ognuno di noi non ci assolve se assumiamo modelli sbagliati. Modelli che implicano delle scelte, sia attive, sia passive, che ci identificano e caratterizzano ma, soprattutto, contribuiscono a rafforzare sistemi.

La riflessione è: se possono rafforzarli, allora, possono anche indebolirli. E se sono sistemi ostili all'Uomo e al Pianeta allora vanno combattuti e resi inefficaci. Neutralizzati. E qui si decide della democrazia. E' bene, quindi, assumere un atteggiamento critico e per farlo occorre contrastare gli “input avversi” e, diciamolo, spesso perversi con degli stimoli corretti e correttivi.

Occorre attrezzarsi per poter scegliere – meticolosamente - tutto ciò che compriamo non solo in base alla qualità e al prezzo, ma anche in base alla storia dei prodotti ed alle scelte delle imprese produttrici. Consumare in maniera critica permette a ciascuno di noi di ridare un senso al gesto, apparentemente banale, del “fare la spesa”.

I temi degli incontri proposti:

  • Il petrolio finirà: purtroppo o per fortuna ?
  • Sul cucuzzolo della montagna... di rifiuti
  • Le etichette alimentari * OGM un'inganno a tavola ?
  • Sogni e bisogni
  • Per gli altri, gli altri, siamo noi.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Cerca ne "I Gre delle Marche"

Cerca per parola chiave
 
 

AREE TEMATICHE

Biologia Marina (3)
Cereali - Centro Ricerche Alimentari (4)
chi siamo (3)
I Gre delle Marche (3)
il Borgo della Canapa (4)
la Città della Canapa (18)
le Cicogne le portano i bambini (5)
le DeCo Virtuose (2)
News (119)
Statuto (1)

Ultimi commenti:
link del video di Pa...
13/04/2012 @ 05:46:49
Di Massimo
COMUNICATO STAMPA CO...
09/10/2010 @ 07:43:24
Di maurizio claroni
... se è per questo,...
08/02/2010 @ 19:13:22
Di Massimo
 
Pubblicazione
Google+ Gruppi Ricerca Ecologica Marche

Visualizzazione ingrandita della mappa href="https://www.facebook.com/I.Gre.delle.Marche" target="_TOP" title="Gruppi Ricerca Ecologica Marche">




I Gre delle Marche

Promuovi anche tu la tua pagina
Condividi
"L'utopia¨e' come l'orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi.
Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi.
L'orizzonte e' irraggiungibile.
E allora, a cosa serve l'utopia?
A questo, serve per continuare a camminare.
(Eduardo Galeano)

I Gre delle Marche on Facebook



 

Sondaggio

Hai mai assaggiato prodotti a base di Canapa?

 No, mai. Non conosco alimenti a base di Canapa
 No, ma ne ho sentito parlare. Non mi interessano
 No, alla prima occasione sicuramente li assaggerò
 Sì, una volta ma non ho gradito
 Sì, mi sono piaciuti e appena possibile ripeterò l'esperienza
 Sì, Li ho trovati buoni e talvolta li acquisto
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente l'olio di semi di Canapa
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente le farine con cui preparo pane, pasta, dolci
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente i semi di Canapa decorticati
 

Link

il Borgo della Canapa: Agricoltori Artigiani e commercianti di prodotti di Canapa.

http://www.lacittadellacanapa.org/ Artic Dreams cerca uomini per un viaggio pericoloso.

Gruppi di Ricerca Ecologica. Il sito dell'Associazione nazionale.

href="http://www.geologitalia.com/"target="_blank">GeologItalia è una libera iniziativa editoriale nata dall'idea di alcuni professionisti italiani. http://www.lacittadellacanapa.org/

 

Fotografie

Agricoltura (1)
cicogne (12)

Le fotografie più cliccate
 
 
I Gre delle Marche: Sezione marchigiana dei "Gruppi di Ricerca Ecologica" - Associazione ambientalista a carattere nazionale, riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente, ai sensi dell'art.13 della Legge n. 349/86.
powered by dBlog CMS ® Open Source - Credits Design - Admin