Immagine
 Le foto... di Admin
BENVENUTO
Identità marchigiana, valorizzazione dell’entroterra e difesa dell’ambiente: sono queste le direttrici che i Gre delle Marche indicano come prioritarie per un lavoro che arresti la deriva della politica e delle istituzioni.
FORMAZIONE
I Gruppi di Ricerca Ecologica offrono formazione specializzata sia a distanza, sia in presenza di Tutor. Si raccolgono adesioni per la formazione di un Corpo di Guardie Volontarie ambientali.
RISORSE UTILI
In questa sezione ti suggeriamo alcuni links utili per completare le tue ricerche online sui temi che riguardano I Gre delle Marche
 
\\ Home Page : Articolo
Piove, governo pigro ... Uno su cento ce la fa
Di Admin (del 21/11/2012 @ 14:55:08, in News, linkato 1229 volte)

Piena del Metauro

 

Piove, come tutti gli anni, in autunno. Che se non piovesse sarebbe un dramma.

Piove, però, troppo in fretta, dicono.
 
La mia povera mamma mi diceva spesso che: ai matti ed al tempo, non si comanda ma diceva anche, che potevo prendere alcune cautele: cercare di evitare e soprattutto non contraddire mai i primi ed attrezzarmi per il secondo. 
 
La Natura, sostanzialmente, ha predisposto una formidabile rete fognaria per far defluire l’acqua proveniente dal cielo: fiumi, torrenti, rigagnoli, laghi, mari ed oceani. 
 
In alcune zone, più o meno sistematicamente, avvenivano tracimazioni che qualche scompenso lo creavano pure ma si trattava di zone circoscritte e nelle quali si è intervenuti per limitare i danni.
 
Ben altri interventi non finalizzati alla tutela del territorio ma al suo sfruttamento becero ed egoista ha portato , però, ad una situazione in cui non alcune zone ma tutto il paese è divenuto sito di massima allerta al primo temporale.
 
Siamo nelle Marche e delle Marche parliamo. È dell’altro giorno l’intervento sulla stampa locale da parte del presidente dell’Ordine degli ingegneri marchigiano, Pasquale Ubaldi.
 
Dati alla mano ci dice, l’ingegner Ubaldi, che nella nostra regione i comuni esenti dal rischio esondazioni e frane è solo l’un per cento. Uno su cento ce la fa. E questo dato è, ovviamente, mediato. Nelle province di Macerata ed Ancona i comuni a rischio sono il totale. Il 100%.
 
Per fortuna Ascoli e Fermo, coi loro rassicuranti novantasette e novantacinque per cento, riescono a produrre il fantastico risultato già citato ma che è bene ribadire: il 99% dei comuni marchigiani è a rischio. 
 
Le responsabilità vengono indicate in una sempre maggiore urbanizzazione delle aree alluvionali e da un progressivo abbandono delle aree agricole.
 
L’ingegner Ubaldi, da par suo, ha indicato in alcune opere finalizzate all’aumento della portata dei fiumi, la giusta soluzione al problema e non vediamo come gli si possa dare torto.
 
Le opere indicate dal presidente dell’Ordine degli ingegneri sono sicuramente indicate e bene faremmo, tutti, a farci parte diligente presso le amministrazioni competenti, affinché si apprestassero a metterci mano. 
 
Non mancano, nelle parole dell’ing. Ubaldi, anche riferimenti all’utilità economica di questi investimenti che avrebbero ricadute anche sul piano occupazionale. Un effetto, normalmente, considerabile residuale ma nell’attuale congiuntura pressante,almeno, tanto quanto la tutela del territorio. 
 
Ringraziamo il presidente della Federazione degli ingegneri per la cortese disponibilità con cui ha risposto quando ci siamo messi a disposizione per fare la nostra parte ed a lui vorremmo pubblicamente chiedere che ci risolva un dubbio: ma queste benedette opere di urbanizzazione causa di tante sciagure, sono progettate da professionisti, iscritti all’Ordine?
 
Per carità, nessuna provocazione, solo chiedere il suo parere sulla opportunità di un’azione di maggiore sensibilizzazione dei professionisti deputati allo sviluppo del territorio affinché venga effettuato tenendo maggiormente presenti i criteri di sostenibilità dei lavori. 
 
Si eviterebbe, così, la sgradevole sensazione che la categoria, seppur indirettamente, lucri prima sul danno e poi sulle soluzioni. Nel precipuo interesse degli stessi professionisti che farebbero bene a non affrontare le questioni separate ma secondo una visione organica, come solo loro potrebbero fare avendone i requisiti di scienza e coscienza. 
 

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa 
 
TrackBack Url: (I TrackBack sono moderati)
http://www.igredellemarche.org/dblog/tb.asp?id=173

 
Articoli correlati
Lo Statuto de I Gruppi Ricerca Ecologica (G.R.E.)  (25%)
La Tradizione è innovazione oppure non è.  (25%)
Il cul de sac: Chicago-blog anticipa l’accordo di Copenhagen (25%)
Vallesina: No alla proposta Eridania-Sadam (25%)
Terremoto nelle Marche (25%)
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri 7 5 9 2 CAPTCHA Carica un nuovo codice
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
Link (Visibile nel Blog)

Email (Visibile solo dall'amministratore)

Salva i miei dati per futuri commenti
Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Cerca ne "I Gre delle Marche"

Cerca per parola chiave
 
 

AREE TEMATICHE

Biologia Marina (3)
Cereali - Centro Ricerche Alimentari (4)
chi siamo (3)
I Gre delle Marche (3)
il Borgo della Canapa (4)
la Città della Canapa (18)
le Cicogne le portano i bambini (5)
le DeCo Virtuose (2)
News (119)
Statuto (1)

Ultimi commenti:
link del video di Pa...
13/04/2012 @ 05:46:49
Di Massimo
COMUNICATO STAMPA CO...
09/10/2010 @ 07:43:24
Di maurizio claroni
... se è per questo,...
08/02/2010 @ 19:13:22
Di Massimo
 
Pubblicazione
Google+ Gruppi Ricerca Ecologica Marche

Visualizzazione ingrandita della mappa href="https://www.facebook.com/I.Gre.delle.Marche" target="_TOP" title="Gruppi Ricerca Ecologica Marche">




I Gre delle Marche

Promuovi anche tu la tua pagina
Condividi
"L'utopia¨e' come l'orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi.
Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi.
L'orizzonte e' irraggiungibile.
E allora, a cosa serve l'utopia?
A questo, serve per continuare a camminare.
(Eduardo Galeano)

I Gre delle Marche on Facebook



 

Sondaggio

Hai mai assaggiato prodotti a base di Canapa?

 No, mai. Non conosco alimenti a base di Canapa
 No, ma ne ho sentito parlare. Non mi interessano
 No, alla prima occasione sicuramente li assaggerò
 Sì, una volta ma non ho gradito
 Sì, mi sono piaciuti e appena possibile ripeterò l'esperienza
 Sì, Li ho trovati buoni e talvolta li acquisto
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente l'olio di semi di Canapa
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente le farine con cui preparo pane, pasta, dolci
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente i semi di Canapa decorticati
 

Link

il Borgo della Canapa: Agricoltori Artigiani e commercianti di prodotti di Canapa.

http://www.lacittadellacanapa.org/ Artic Dreams cerca uomini per un viaggio pericoloso.

Gruppi di Ricerca Ecologica. Il sito dell'Associazione nazionale.

href="http://www.geologitalia.com/"target="_blank">GeologItalia è una libera iniziativa editoriale nata dall'idea di alcuni professionisti italiani. http://www.lacittadellacanapa.org/

 

Fotografie

Agricoltura (1)
cicogne (12)

Le fotografie più cliccate
 
 
I Gre delle Marche: Sezione marchigiana dei "Gruppi di Ricerca Ecologica" - Associazione ambientalista a carattere nazionale, riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente, ai sensi dell'art.13 della Legge n. 349/86.
powered by dBlog CMS ® Open Source - Credits Design - Admin