Immagine
 Le foto... di Admin
BENVENUTO
Identità marchigiana, valorizzazione dell’entroterra e difesa dell’ambiente: sono queste le direttrici che i Gre delle Marche indicano come prioritarie per un lavoro che arresti la deriva della politica e delle istituzioni.
FORMAZIONE
I Gruppi di Ricerca Ecologica offrono formazione specializzata sia a distanza, sia in presenza di Tutor. Si raccolgono adesioni per la formazione di un Corpo di Guardie Volontarie ambientali.
RISORSE UTILI
In questa sezione ti suggeriamo alcuni links utili per completare le tue ricerche online sui temi che riguardano I Gre delle Marche
 
\\ Home Page : Storico : Cereali - Centro Ricerche Alimentari (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 

Soprattutto un altro modo di discuterne sarebbe auspicabile. 

Da qualche tempo,  alcuni talk show evidentemente preoccupati dal crescente disinteresse da parte dei telespettatori stanchi delle risse tra politici, hanno proposto un tema indubbiamente più interessante: l’impiego della carne nell’alimentazione.

Un’opera doppiamente meritoria; sia perché, appunto, per una sera non abbiamo visto volare accuse reciproche da parte di personaggi molti dei quali siamo felici di non avere come vicini di casa, sia perché – in effetti – il tema è importantissimo e di grande attualità.

Il problema, però, nasce sulla cifra che si è voluta dare alla questione. La stessa dei dibattiti politici: la caciara fa audience.

Un giornalista – a nostro avviso – senza particolari titoli ad occuparsi dell’argomento, Giuseppe Cruciani, al quale è stato affidato il ruolo di volpe, rincorso da un branco di Foxhound inferociti.

Un argomento tanto importante quanto delicato trattato alla stregua polemica di un rigore non concesso dall’arbitro o della segnalazione di un fuorigioco inesistente.

Ci dispiace molto che ciò sia avvenuto e, soprattutto, denunciamo il danno provocato ad un argomento che meriterebbe, invece, la seria attenzione dei media; anche in considerazione del crescente interesse da parte dei consumatori, coscienti che attraverso il cibo passa gran parte dello stato di salute nostro e dei nostri cari.

La qualità e quantità di carne assunta, che è un argomento al quale si interessano quotidianamente ricercatori in ogni parte del mondo è diventato alla stregua della concorrenza tra contrade cittadine il giorno del palio.

Denunciamo un’evidente contraddizione nella scelta operata dagli autori di queste trasmissioni che, spesso, si prestano a raccolte di fondi a favore – ad esempio – della ricerca sui tumori. Quasi una forma di schizofrenia nella quale da un lato si esorta lo spettatore a finanziare la ricerca e, dall’altro, si finge che il frutto di questa ricerca non sia un’allerta sulle conseguenze, nocive per la salute umana, dell’assunzione di proteine animali.

Per un verso si raccolgono fondi e si lanciano appelli di sensibilizzazione sulle conseguenze di natura ecologica di alcune pratiche umane ritenute dannose, per un altro verso, invece, non si coglie il nesso tra l’aumento di CO2 e la relativa incidenza sul tema degli allevamenti intensivi, con i suoi annessi e connessi che vanno dal consumo di acqua e allo smaltimento delle deiezioni animali.

Un bovino – e non certamente per colpa sua – restituisce una frazione minima delle proteine che ha assunto; questo vuol dire uno spreco enorme di risorse in un mondo in cui gran parte della popolazione mondiale non ha di che nutrirsi.

In molti paesi il costo dei cereali è aumentato proprio a causa della concorrenza dell’industria della carne che richiede quantitativi crescenti di mangimi per il mercato, indubbiamente più ricco, delle bistecche.

Questi sono solo alcuni spunti da considerare affrontando il tema del consumo di carne; spunti ai quali non possiamo non aggiungere quello relativo alla considerazione che la crisi provoca andamenti deflattivi che, abbassando i prezzi, fatalmente abbassa il livello qualitativo della carne immessa sul mercato.

Lo sviluppo, in parte frenato dalla crisi dell’economia, cosiddetta occidentale, dell’Est asiatico, inoltre, provocherà anche per la carne ciò che è accaduto per il petrolio e l’acciaio; ovvero lo spostamento delle risorse da parte dei paesi produttori verso mercati più floridi, innescando per l’Europa e soprattutto per i paesi più poveri, un aumento del costo della materia prima insostenibile e foriero di ulteriore abbassamento della qualità.

Non è un caso, ad esempio, se alcune riviste entreneuse che trovi dal parrucchiere e che trattano temi legati al benessere fisico, è iniziata una campagna di rivalutazione delle uova, come fonte di proteine animali a basso costo.

Un argomento così vasto, e delicato, andrebbe trattato più approfonditamente di quanto potremmo fare qui, in conclusione vorremmo solo dire che esistono soluzioni serie al problema posto, soprattutto equilibrate.

Soluzioni scientificamente valide, tecnicamente testate e che, come sempre in medium stat virtus, con buona pace per gli autori e conduttori di Tagadà, l’Aria che tira e Fuori Onda.

 Cereali - Centre for the Research in the Alimentary field

 

 
Sono aperte le iscrizioni per un corso di introduzione alle tecniche su corda di tipo speleologico tenuto dai nostri istruttori, Giorgio Marinelli e Sergio Mannozzi.
 
Le lezioni si terranno domenica 24 e domenica 31 gennaio. La prima lezione in palestra naturale e la seconda in grotta. La zona individuata è quella di Frasassi (Ancona) salvo possibili variazioni dettate da valutazioni da parte di Sergio Manozzi, responsabile del corso.
 
Il corso è erogato in forma totalmente gratuita per gli iscritti. Per chi volesse iscriversi può farlo contestualmente richiedendo il modulo a info@igredellemarche.org 
 
Per ulteriori informazioni contattare il responsabile del corso: Sergio Mannozzi; cell. n° 333.9966710
 oppure scrivere a info@igredellemarche.org
 
 
Di Admin (del 19/10/2009 @ 14:43:58, in Cereali - Centro Ricerche Alimentari, linkato 1370 volte)

 

L’ Area Ricerca Formazione e Sviluppo de "I Gre delle Marche" cura gli ambiti della formazione, della ricerca e dell’innovazione in tutti gli aspetti riguardanti le politiche ambientali.

L'azione viene condotta in due direzione: politica e tecnico-operativa.

Come rappresentante dei Gruppi di Ricerca Ecologica in ogni ambito istituzionale del settore, intervengono nella definzione delle politiche della formazione e della ricerca, concertando le scelte che interessano il settore.

A livello tecnico-operativo, "I Gre delle Marche" definiscono e organizzano modelli di ricerca, formazione, orientamento, assistenza tecnica e consulenza, da utilizzare nel sistema dei servizi ad istituzione ed imprese.

 

 
Di Admin (del 17/10/2009 @ 11:44:28, in Cereali - Centro Ricerche Alimentari, linkato 845 volte)

Per le scuole i “Gre” propongono degli incontri formativi che intendono condurre i partecipanti a soffermarsi sulle scelte che compie quotidianianamente al fine di verificarne la corrispondenza ai corretti criteri di fruizione delle risorse del Pianeta.

Oltre a questo aspetto, molto importante, lo scopo è anche quello di mettere a nudo le facili seduzioni di cui spesso siamo vittime (inconsapevoli?) per riportare tutto ad una realtà che alcuni definiscono possibile cambiare, modificare ma che per noi è doveroso ripristinare.

Alcuni pensano sia sufficiente limitare i propri consumi energetici alla soglia del normale fabbisogno per dare un contributo all’ambiente, essere in armonia con la salute e con il prossimo.
Ovvio che non sia così, che non sia sufficiente ma è, ripetiamo, doveroso e quindi, va fatto.

E la scuola rappresenta il momento più propizio per imparare a modificare i contegni errati, ispirati da modelli falsi e fuorvianti e imparare a ridurre l'impatto delle nostre azioni sul Pianeta. Lo status di consumatori, che coinvolge ognuno di noi non ci assolve se assumiamo modelli sbagliati. Modelli che implicano delle scelte, sia attive, sia passive, che ci identificano e caratterizzano ma, soprattutto, contribuiscono a rafforzare sistemi.

La riflessione è: se possono rafforzarli, allora, possono anche indebolirli. E se sono sistemi ostili all'Uomo e al Pianeta allora vanno combattuti e resi inefficaci. Neutralizzati. E qui si decide della democrazia. E' bene, quindi, assumere un atteggiamento critico e per farlo occorre contrastare gli “input avversi” e, diciamolo, spesso perversi con degli stimoli corretti e correttivi.

Occorre attrezzarsi per poter scegliere – meticolosamente - tutto ciò che compriamo non solo in base alla qualità e al prezzo, ma anche in base alla storia dei prodotti ed alle scelte delle imprese produttrici. Consumare in maniera critica permette a ciascuno di noi di ridare un senso al gesto, apparentemente banale, del “fare la spesa”.

I temi degli incontri proposti:

  • Il petrolio finirà: purtroppo o per fortuna ?
  • Sul cucuzzolo della montagna... di rifiuti
  • Le etichette alimentari * OGM un'inganno a tavola ?
  • Sogni e bisogni
  • Per gli altri, gli altri, siamo noi.
 
Pagine: 1

Cerca ne "I Gre delle Marche"

Cerca per parola chiave
 
 

AREE TEMATICHE

Biologia Marina (3)
Cereali - Centro Ricerche Alimentari (4)
chi siamo (3)
I Gre delle Marche (3)
il Borgo della Canapa (4)
la Città della Canapa (17)
le Cicogne le portano i bambini (5)
le DeCo Virtuose (2)
News (118)
Statuto (1)

Ultimi commenti:
link del video di Pa...
13/04/2012 @ 05:46:49
Di Massimo
COMUNICATO STAMPA CO...
09/10/2010 @ 07:43:24
Di maurizio claroni
... se è per questo,...
08/02/2010 @ 19:13:22
Di Massimo
 
Pubblicazione
Google+ Gruppi Ricerca Ecologica Marche

Visualizzazione ingrandita della mappa href="https://www.facebook.com/I.Gre.delle.Marche" target="_TOP" title="Gruppi Ricerca Ecologica Marche">




I Gre delle Marche

Promuovi anche tu la tua pagina
Condividi
"L'utopia¨e' come l'orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi.
Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi.
L'orizzonte e' irraggiungibile.
E allora, a cosa serve l'utopia?
A questo, serve per continuare a camminare.
(Eduardo Galeano)

I Gre delle Marche on Facebook



 

Sondaggio

Hai mai assaggiato prodotti a base di Canapa?

 No, mai. Non conosco alimenti a base di Canapa
 No, ma ne ho sentito parlare. Non mi interessano
 No, alla prima occasione sicuramente li assaggerò
 Sì, una volta ma non ho gradito
 Sì, mi sono piaciuti e appena possibile ripeterò l'esperienza
 Sì, Li ho trovati buoni e talvolta li acquisto
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente l'olio di semi di Canapa
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente le farine con cui preparo pane, pasta, dolci
 Praticamente la Canapa è entrata nella mia dieta; specialmente i semi di Canapa decorticati
 

Link

il Borgo della Canapa: Agricoltori Artigiani e commercianti di prodotti di Canapa.

http://www.lacittadellacanapa.org/ Artic Dreams cerca uomini per un viaggio pericoloso.

Gruppi di Ricerca Ecologica. Il sito dell'Associazione nazionale.

href="http://www.geologitalia.com/"target="_blank">GeologItalia è una libera iniziativa editoriale nata dall'idea di alcuni professionisti italiani. http://www.lacittadellacanapa.org/

 

Fotografie

Agricoltura (1)
cicogne (12)

Le fotografie più cliccate
 
 
I Gre delle Marche: Sezione marchigiana dei "Gruppi di Ricerca Ecologica" - Associazione ambientalista a carattere nazionale, riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente, ai sensi dell'art.13 della Legge n. 349/86.
powered by dBlog CMS ® Open Source - Credits Design - Admin