\\ Home Page : Articolo : Stampa
Ancona terza e non parliamo di football.
Di Admin (del 18/01/2010 @ 02:02:45, in la Città della Canapa, linkato 4224 volte)

E' Ancona la terza citta' piu' inquinata d'Italia; il problema e' legato al traffico e all'attivita' portuale e deve essere affrontato su entrambi i fronti, contemporaneamente.
L'allarme-appello e' di Legambiente, dopo i risultati del dossier ''Mal'Aria di citta''', presentato stamane in collaborazione con il sito www.lamiaaria.it che apre la campagna sull'inquinamento atmosferico per sensibilizzare i cittadini al problema. Nel 2009 la citta' dorica ha superato il limite di concentrazione di Pm10 consentito dalla legge per ben 129 giorni.
''Un triste primato del quale non essere affatto orgogliosi, hanno commentato di dirigenti del circolo Legambiente di Ancona.

Da troppi anni ormai siamo costretti a constatare la pessima qualita' dell'aria di Ancona e l'inefficacia delle contromisure adottate. Nell'ambito di uno studio che conducemmo nel 2007 insieme ad altre associazioni, emerse in sostanza, che due mali affliggerebbero l'aria di Ancona: il traffico e il porto, considerando le molteplici e varie attivita' che si svolgono all'interno. I rimedi percio' - ha concluso Legambiente - andrebbero cercati agendo su entrambi i fattori. Non solo incentivare i mezzi pubblici, quindi, ma anche operare scelte concertate ed efficaci per la sostenibilita' delle attivita' portuali''.
I valori limite per il Pm10 sono stabiliti in Italia dal Decreto Ministeriale 2 aprile 2002, n.60, in base al quale - e' detto in una nota - il limite giornaliero e' di 50 ug/m'': tale soglia, al massimo, puo' essere superata per soli 35 giorni nell'arco dell'anno di riferimento.